MUSANTE FRANCESCO

MUSANTE FRANCESCO

Francesco Musante nasce a Genova nel 1950. Si è diplomato presso il Liceo Artistico Statale Accademica Albertina di Belle Arti di Torino sezione staccata di Genova, ha frequentato la sezione di scultura dell’Accademia Linguistica di Genova e la sezione pittura dell’Accademia di Belle Arti di Carrara. Nel 1968 partecipa al primo concorso di pittura ed inizia ad esporre in mostre collettive e premi. Dal 1971 inizia la professione di pittore a tempo pieno e nel 1973 tiene la prima esposizione personale a La Spezia. Dal 1971 ad oggi Musante ha inaugurato circa cinquanta mostre personali, sia in Italia che all’estero. Francesco Musante è un pittore che si esprime attraverso le immagini. Dalle sue opere risaltano innanzitutto la decisa coerenza e consequenzialità del suo procedere e subito dopo il trovarsi perfettamente a suo agio in questa linea della contemporaneità. <br>L’opera di Musante è al centro di un quadrilatero ai cui vertici porre i nomi di Depero, Chagall, Klee, Dubuffet. Di Depero ha colto l’aspetto iperdecorativo, illustrativo insito nella sua accezione di Futurismo (quello dei maturi anni Trenta), una necessità di comunicazione immediata. Da Chagall invece ha fatto derivare tutto l’aspetto più favolistico di una pittura popolare molto colta, che ama raccontare e raccontarsi. E se di Klee Musante coglie la grafia, il segno sintetico, talora criptico e orientalizzante, è con Dubuffet che scopriamo interessanti paralleli; infatti egli ricerca una dimensione pittorica che sappia rendere un forte valore simbolico, immediato, persino ingenuo, semplice come la potrebbe fare un bambino, un pazzo, narrativa, teatrale, un lavoro ciclico e seriale con personaggi e luoghi attraverso cui creare familiarità al pubblico. Anche Musante lavora...
SEMENZATO PAOLO

SEMENZATO PAOLO

Paolo Semenzato nasce a Venezia nel 1956, città dove tuttora vive e lavora. Inizia a dipingere da ragazzo, da autodidatta, vincendo numerosi premi. In età adulta diviene un pittore professionista. Nel tempo, ha ricevuto un ampio consenso presso la critica e ha conseguito eccellenti risultati in differenti competizioni nazionali. Ha partecipato a numerose mostre ed espone le sue opere in permanenza a Palermo, Roma, Padova, Hangzhou (Cina), Mebourne (Australia) e Beirut (Libano). L’artista non dipinge con il pennello ma con la spatola, non al cavalletto ma in piano. Il suo lavoro è completamente permeato da quella sua cifra stilistica che fa riconoscere d’acchito un suo dipinto. Davanti alla pittura di Paolo Semenzato ciò che viene in mente, non è di ricercarvi ascendenze di scuola o di stile, ma di lasciarsi trasportare nell’affascinante astrazione delle sue composizioni. Il suo linguaggio inventivo non è l’espressione di inquietudine o di conflittualità interiori. Egli ricerca una rappresentazione sintetica della realtà, una visione del mondo scevra da sofismi...
FUMAGALLI PAOLO

FUMAGALLI PAOLO

BIOGRAFIA Paolo Fumagalli nasce a Sassari nel 1960 e oggi vive a Firenze. Ha studiato da autodidatta frequentando negli anni diversi studi di noti maestri. Inizia ad esporre nel 1981. Partecipando a rassegne nazionali ed internazionali allestisce personali in diverse città italiane ed estere, dove ritroviamo le sue opere in collezioni pubbliche e private. E’ inserito nei cataloghi d’arte contemporanea e conta molte recensioni su quotidiani e periodici italiani ed...
ARCHETTI ENZO

ARCHETTI ENZO

BIOGRAFIA Enzo Archetti è nato a Monticelli Brusati (Brescia) nel 1946. Ha iniziato ad interessarsi all’arte durante gli anni delle superiori. Si è laureato in Lettere ed ha frequentato l’Accademia Carrara di Bergamo sotto la direzione di Longaretti. Risiede a Brescia. Nel 1973 ha allestito la sua prima mostra personale a Brescia, ne sono seguite più di 50 in varie città italiane e all’estero. Ha collaborato con importanti Gallerie, tra qui: la Galleria Forni di Bologna, la Galleria L’Incontro di Chiari, il Centro Culturale d’Arte “Il Segno-Arte Contemporanea” di Brindisi, Artequadri di Camposampiero, la Casa d’Arte S.Lorenzo di S. Miniato Pisa, Valentinarte di Bellagio. Archetti ha partecipato a Fiere nazionali e internazionali quali: Arte Fiera di Bologna, Expo Arte di Bari, Arte Fiera di Padova, di Vicenza, Miart di Milano, Seibu e Mitsukoshi di Tokio, Expo-riproduzioni d’arte di NewYork, Sidney, Londra, Parigi, Francoforte. Archetti, nella varietà delle tecniche pittoriche, ha un suo linguaggio inconfondibile: è passato dalla pittura ad olio, all’acrilico, al collage, alla pittura a fresco, alla tecnica mista e ad ogni tematica ha realizzato acqueforti, stampate su tela, riuscendo ad ottenere quei valori pittorici che ricercava nei dipinti.  I primi temi affrontati da Archetti riguardavano l’analisi del paesaggio come spazio e come Eden: era una ricerca di mondi possibili. Alla fine degli anni Settanta la tematica si è arricchita con le figure femminili: la donna emblema di poesia, di gioia di vivere e di inquietudine. Nell’opera di Archetti, specialmente nell’ultimo periodo, vi è un alternarsi e fondersi di informale e figurativo, di sentimento e di ragione.    ...
BERARDINO NICOLA

BERARDINO NICOLA

BIOGRAFIA Nicola Berardino nasce nel 1961 e da sempre residente nella zona del Lago d’Orta. Uno dei pochi artisti professionisti presenti nel Novarese. L’artista che svolge questa professione da più di trent’anni, ha affinato la sua formazione artistica a Parigi, affascinato dai grandi artisti impressionisti come Monet, Manet, Degas e Renoir: nella capitale francese aderisce a questa corrente, definisce e perfeziona la sua tecnica, la cui particolarità è realizzare tutti i suoi dipinti “a spatola”, metodo dalla grande difficoltà di esecuzione, ma dal risultato eccezionale. Le acque del lago d’Orta e Lago Maggiore, scorci veneziani, vedute di Portofino e Positano: Nicola Berardino è maestro nell’accostamento cromatico, attraverso il quale anima i soggetti rappresentati nelle sue opere, siano essi giochi d’acqua, di luce, o riflessi dalle mille sfumature. Espone in Gallerie italiane ed europee, su un circuito di navi da crociera americane, realizza mostre personali sia in Italia che all’estero. Nell’ultimo periodo ha affiancato una nuova collezione basata sull’utilizzo esclusivo di due colori, il bianco ed il nero, accostati sfruttando le loro infinite sfumature. Scelta della spatola “Credo che la scelta dell’utilizzo di uno strumento così complesso derivi dalla forte attrazione che ho sempre provato per la “materia”, per la possibilità di dare una consistenza tangibile ai miei lavori, che di certo risultano gran impatto. A ciò si aggiunge il fatto che , comunque, la spatola mi permetteva di rivisitare in modo nuovo la tecnica impressionistica con cui ero entrato in contatto nel mio soggiorno parigino. “ Orta San Giulio sede di riferimento: ” Per due motivi principali: da un lato perchè ho sempre creduto nella potenzialità turistica di questa incantevole zona, e quindi nella possibilità...